venerdì 24 giugno 2011

Bolinho De Amendoim


Il Portogallo...che terra meravigliosa! Il modo di mangiare dei portoghesi ricorda molto la nostra cucina e ci sono alcune pietanze che sono davvero gustose. Così abbiamo deciso di proporvi, per cominciare questo viaggio tra i sapori portoghesi, un bolinho (dolce) di arachidi che, una volta messo sotto i denti, è talmente irresistibile che non è possibile non continuare a gustarlo. Lo abbiamo provato a Nazarè, piccolo paesino in riva al mare; lo si trova in alcuni "carrettini ambulanti" e viene venduto da anziane signore, rigorosamente vestite di nero, che portano sulla testa dei fazzoletti, anch'essi di colore nero, per coprire il capo lasciando intravedere, allo stesso tempo, ciocche di capelli di colore argento.
E' un dolcetto dal gusto dolce-salato, molto energico; noi lo mangiavamo in spiaggia per combattere il caldo cocente, ma anche quando avevamo voglia di mangiare qualcosa di stuzzicante.
A Nazarè vendevano questi dischi di bolinho dentro buste alimentari trasparenti, così ne spezzavi un pezzo per poi conservarlo in borsa...ogni tanto dimenticavamo pure di averlo e quando veniva fuori ne staccavamo sempre un quadratino!

Non siamo sicure che questo dolce si chiami effettivamente così, nel senso che un giorno mentre ne compravamo uno abbiamo chiesto quali fossero gli ingredienti, così da riproporlo una volta tornate. Abbiamo chiesto a diverse persone ma nessuno sapeva dirci esattamente gli ingredienti...un pomeriggio ci riproviamo, una signora stacca l'etichetta del pacco che era dentro una grande borsa nera e ce la regala...solo che non sappiamo esattamente da dove l'abbia staccata! Ve la riproponiamo con questo nome e con le quantità scelte da noi, ma vi assicuriamo che sembra il bolinho portoghese!

Ingredienti
Arachidi e anacardi circa 1/2 bicchiere
2 cucchiai di olio di semi di arachide (che resiste alle alte temperature)
1 cucchiaino di miele (noi abbiamo usato quello di castagno perchè è più amaro)
150g di acqua
170g di farina 00
30g di zucchero bianco
1 cucchiaio scarso di cacao amaro in polvere
un pizzico di lievito per dolci

Unite insieme in un recipiente la farina, lo zucchero, il cacao amaro e il lievito per dolci, avendo cura di amalgamare bene gli ingredienti. In una tazza sciogliete il cucchiaino di miele, aggiungendo poco alla volta l'olio di semi di arachide, finchè non avrete utilizzato tutto l'olio.
Aggiungete la miscela di miele e olio alla farina (con lo zucchero, il cacao e il lievito); aggiungete, poco alla volta, l'acqua facendo attenzione che non si formino grumi e amalgamate per bene il composto, sarà pronto quando si creeranno delle bolle.
Foderate una teglia tonda dal diametro di circa 24 cm con della carta forno, versate l'impasto che dovrà essere ben distribuito per l'ampiezza della teglia. Se necessario aiutatevi con una spatola e, di tanto in tanto, sbattete la teglia sul tavolo per uniformare il composto. Aggiungete sopra, a coprire, anacardi e arachidi spingendoli con il palmo della mano fino ad attacarli bene all'impasto.
Cuocete in forno a 180° per circa 40-45 minuti. Deve venire un dolcetto morbido e allo stesso tempo croccante, quindi la cottura dipenderà dal calore del vostro forno.
Stampa il post

2 commenti:

Housewives ha detto...

wowwwwww questa è una delizia ! ho già scritto tutto e spero di farla al più presto perchè mi attira molto l'idea della frutta secca e poi mi piace provare le leccornie degli altri stati .Grazie per aver condiviso la bellissima ricetta . Buona giornata :-)

le cuoche in dispensa ha detto...

Ciao, BENVENUTA! quando proverai il Bolinho facci sapere, se ti va... alla prossima, buona giornata a te.

Posta un commento

Le Cuoche in Dispensa

Le Cuoche in Dispensa