venerdì 1 luglio 2011

Panini all'Olio

Prima del gran finale per ciò che riguarda il capitolo "uova", vi aspettano non meno di due ricette consecutive, apriamo una ulteriore parentesi raccontandovi una nuova ricetta che prevede l'utilizzo del lievito madre. Ciò che vi proponiamo oggi, è in realtà una dedica culinaria, un pensiero digitale che odora di pane appena sfornato per una nostra amica che non frequentiamo molto. L'abbiamo fortunatamente incontrata l'altra sera tra i lunghi resoconti di vita, risate e mezze tragedie raccontate con leggerezza; prima di salutarci ci siamo ripromesse di rincontrarci anche solo per fare del pane insieme, perchè come dice la nostra amica Marilia, riferendosi a un discorso ben più ampio naturalmente: "...fare il pane in casa è il futuro!".

Ingredienti
550 gr farina di semola rimacinata
di grano duro
300 gr acqua
1 cucchiaio di sale

30 gr di olio extra vergine di oliva

75 gr lievito madre


Mescolate in una ciotola l'acqua e il lievito madre, lasciate riposare per almeno mezz'ora.

Mettete la farina sulla spianatoia, praticate un buco al centro e aggiungete poco alla volta il composto di acqua e lievito madre. Impastate in modo da avere una pastella morbida sempre al centro della fontana di farina. Quando avrete esaurito tutta l'acqua e il lievito, aggiungete l'olio ed infine il sale.
Impastate per circa dieci minuti, otterrete una palla di pasta profumata e soffice, copritela a campana e lasciate riposare fino a quando l'impasto non avrà raddoppiato il suo volume.
Trascorso il tempo di lievitazione, nel nostro caso circa 4 ore, dividete l'impasto in quattro parti. Prendete un pezzo di pasta, spianatelo un pò con le mani e arrotolatelo su se stesso e srotolatelo, ripetete l'operazione più volte prima di chiudere definitivamente il rotolino. Una volta ottenuto il rotolo giratelo, e con l'aiuto di un mattarello spianate la striscia di pasta prima da un lato e poi dal succesivo. Infine arrotolate la striscia su se stessa, avendo cura di imprimere una certa forza nel movimento di formatura del pane.
Spolverizzate un piano con un pò di farina, riponetevi i quattro panini, coprite con uno strofinaccio umido e lasciate lievitare, a noi sono servite sei ore, ma come sapete i tempi di lievitazione variano molto, tutto dipende dal tipo di farina, dall'umidità dell'aria, dalla temperatura della cucina...
Accendete il forno a 180°/200°, con un coltello molto affilato fate un taglio netto centrale e profondo lungo ogni panino, dovrete essere veloci quando farete l'operazione di taglio perchè se infornerete i panini dopo un pò che li avrete vedrete che non riusciranno ad "aprirsi" durante l'operazione di cottura. Cuocete in forno per 45/50 min.

Stampa il post

3 commenti:

Housewives ha detto...

non ho mai fatto il lievito madre , mi piacerebbe fare l'esperienza ma non saprei come consumarlo man mano che cresce perchè non mangiano molti lievitati . Bellissimo questo pane soprattutto perchè mi ricorda quello che mia nonna e mia suocera facevano spesso il sabato per la settimana entrante .

antonella ha detto...

care amiche, vorrei realizzare questa ricetta (e anche i panini per hamburger veramente) e mi è sorto il dubbio della idratazione della vostra pasta madre....
io adopero il poolish da li.co.li. e perciò nel caso la vostra PM è idratata al 50% penso di dover dimezzare le dosi e ridurre un pò l'acqua.
aspetto. grazie! ^_^

Antonella ha detto...

ah.... spero sempre di incontrarvi - prima o poi - da Gaspare!

Posta un commento

Le Cuoche in Dispensa

Le Cuoche in Dispensa